header

sermide70annidisportAutore: Polisportiva Sermide

Anno: 1979

Editore: Polisportiva

Pagine: 58

 

Si tratta di un’opera che vuole far conoscere ai sermidesi (e a chi è, in qualche modo, vicino a loro) la storia di un paese, lungo il nostro secolo, attraverso uno degli aspetti fondamentali del costume civile qual è lo sport. Una popolazione che pratica lo sport è una popolazione che “vive” nel senso più pieno del termine. Il libro si precisa come opera documentaria la quale riporta alla luce e alla memoria il vissuto così come è stato, al di fuori di ogni interpretazione o analisi che non sia quella dei semplici fatti. E’ un libro verità, costruito passo per passo sui documenti. Ciò non impedisce che la ricostruzione sia affettuosa. Obiettività ed affetto qui non si contraddicono. Ecco che il libro può essere sfogliato (e perché non letto?) anche come un album di famiglia. E così si potrebbe chiamare “Sermide sportiva com’era”. Ogni opera che si pubblica ha pure qualche ambizione. E questa? Nessuna perché, in fondo, è un regalo fatto a chi ama le attività sportive locali e vuole guardare un po’ indietro per trovare giustificazioni o (meglio ancora) spinte, entusiasmi che gli facciano crescere il desiderio di fare sport e di favorirne la dimensione sociale. I lettori (venticinque anche per noi?) diranno però che, a questo punto, un’ambizione ha già fatto capolino. Lo confessiamo. Non è tanto dell’opera quanto della Polisportiva che lo presenta. O, meglio, è un augurio che essa si fa, convinta com’è che Sermide deve diventare sempre più (e meglio, soprattutto) sportiva, anche per le ottime tradizioni che ha. Le tradizioni, appunto, che quest’opera illustra. Polisportiva Sermide